Stress da Covid: come riconoscerlo e affrontarlo?

6170

Per un italiano su tre, indipendentemente dall’età, la fonte di stress principale in questo ultimo anno è stata la salute, dato che arriva al 40% tra le donne. Ecco i consigli per affrontare lo stress da Covid. 

La pandemia da Covid-19 ha trasformato abitudini e stili di vita e ciò ha portato a un aumento dei livelli di stress e ansia tra gli italiani, sia sul piano individuale che collettivo. Ad affermarlo, oltre all’Osservatorio VediamociChiara, c’è Assosalute che ha fatto una ricerca per indagare sullo stress da Covid.

A creare ansia è la paura del Covid-19 e di tutte le sue conseguenze sul piano della salute, del lavoro e delle relazioni.

Secondo quanto emerso dall’indagine, ben 8 italiani su 10 hanno sofferto di almeno un disturbo riconducibile allo stress negli ultimi 12 mesi.

Per 1 italiano su 3, la fonte di stress principale in questo ultimo anno è stata la salute: la paura di ammalarsi o che il virus possa colpire i propri cari.

Non manca, tra le preoccupazioni, anche quella per il lavoro, che affligge 1 italiano su 4, soprattutto tra gli uomini (28%).

Infine, il 15% degli intervistati vede nella limitazione alle relazioni sociali la principale causa di stress, problema sentito soprattutto dai più giovani e dagli over 65.

Quali sono i campanelli d’allarme a cui prestare attenzione?

I campanelli di allarme sono rappresentati da quei sintomi che non sono giustificati da una causa organica e sono persistenti:

Come affrontare lo stress da Covid?

Ci sono delle abitudini quotidiane che possono aiutare a combattere lo stress.

Fondamentale è una corretta alimentazione, seguendo una dieta mediterranea e limitando alcol, caffè e cibi contenenti grassi saturi che aumentano i livelli d’infiammazione.

Anche praticare attività fisica è importante per ridurre stress e ansia e per migliorare l’umore. Non è necessario andare in una palestra o piscina. Bastano semplici attività come camminare o andare in bicicletta per avere dei consistenti benefici.

Per combattere lo stress, è poi necessario dormire bene, almeno 7-8 ore a notte. Il sonno è il più potente ricostituente del cervello. Tiene lontana l’ipertensione, rende più resistenti allo stress e rafforza le nostre difese immunitarie.

Infine, un’altra attività di grande aiuto è leggere un buon libro. La lettura impone al nostro cervello di sognare e rallentare, di produrre immagini diverse da quelle che vediamo sugli schermi tutto il giorno.

Fonte: https://semplicementesalute.it/magazine/stress-ai-tempi-del-covid-19-per-1-italiano-su-3-la-salute-diventa-la-principale-fonte-di-preoccupazione/

Cristina Caramma

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here