Sedentarietà e sovrappeso, quali sono i rischi?

63816

Nel nostro Paese il 30 per cento degli uomini e il 34 delle donne non pratica alcun tipo di attività fisica. Ma sedentarietà e sovrappeso sono importanti fattori di rischio. Ecco perchè

Secondo i dati dell’indagine “Passi del Sistema sanitario nazionale”, nel nostro Paese il 30 per cento degli uomini e il 34 delle donne non pratica alcun tipo di attività fisica, neppure saltuariamente. Ma sedentarietà e sovrappeso sono importanti fattori di rischio cardiovascolare.

Come ridurre il rischio?

Per ridurre il rischio, è sufficiente camminare di buon passo per trenta minuti di seguito, cinque giorni la settimana.

Sarebbe bene praticare un’attività aerobica moderata (nuoto, jogging, ciclismo… ) almeno mezz’ora al giorno, per rinforzare il cuore e migliorare la circolazione sanguigna.
Più di tre italiani su dieci sono in guerra con la bilancia: c’è di che allarmarsi, considerato che essere in sovrappeso o peggio ancora, obesi, espone più facilmente al rischio di ictus e infarti.

Negli ultimi anni poi, si è scoperto che è soprattutto il grasso addominale a mettere in pericolo il cuore.

E’ importante, quindi, seguire un regime dietetico corretto e praticare attività fisica regolarmente per riacquistare e mantenere il proprio peso forma.

Un risultato, questo, che si raggiunge attraverso il giusto equilibrio tra le calorie introdotte con l’alimentazione e quelle spese con il movimento .

Redazione Chiedi alla dottoressa

(Credits immagine: clikisalud.net/3-efectivos-tips-para-romper-las-cadenas-del-sedentarismo)

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here