Quale dieta per prevenire le malattie autoimmuni?

dieta per prevenire le malattie autoimmuniIl cibo è per noi un alleato e uno straordinario mezzo di difesa. Ecco la dieta per prevenire le malattie autoimmuni.

La medicina non ha dubbi: c’è uno stretto legame tra ciò che mangiamo e la nostra salute. Ciò che ogni giorno mettiamo nel piatto modifica, infatti, il nostro microbiota intestinale, ovvero l’insieme di batteri, lieviti, funghi e virus che vivono nell’intestino.

Perché l’equilibrio del microbiota intestinale è così importante per il nostro organismo?

Nel microbiota convivono in maniera equilibrata due classi di microrganismi: da un parte i simbionti, che rilasciamo molecole fondamentali per il nostro benessere e sostanze antinfiammatorie; dall’altra i patobionti, batteri che preparano il sistema immunitario a difendersi e a combattere contro gli agenti patogeni.

Se, complice un’alimentazione sbagliata, l’equilibrio del microbiota va in tilt, aumentano i patobionti. Con essi, aumenta la produzione di sostanze proinfiammatorie in grado di ingannare il sistema immunitario, orientandolo, se c’è già una predisposizione genetica, a combattere contro l’organismo stesso, invece che contro i reali nemici.

Ecco perché le alterazioni del microbiota intestinale sono associate a diverse malattie autoimmuni,  tra cui le malattie infiammatorie croniche intestinali come morbo di Crohn e colite ulcerosa, ma anche malattie come l’artrite reumatoide o il lupus eritematoso sistemico.

Quale dieta per prevenire le malattie autoimmuni?

L’alimentazione può essere una valida alleata per evitare le alterazioni del microbiota e ridurre quindi il rischio di ammalarsi. Occorre scegliere una dieta bilanciata e variegata, come quella mediterranea.

Non devi mai far mancare in tavola:

  • cereali integrali e pesce (soprattutto quello azzurro, ricco di Omega 3): sono un po’ i “pompieri” del nostro organismo perché sono in grado di spegnere l’infiammazione;
  • legumi, frutta e verdura, ma anche carne di qualità, che fornisce zinco, nutriente che inibisce i processi infiammatori;
  • prodotti fermentati, come yogurt, kefir e miso, ricchi di sostanze antinfiammatorie.

Nella dieta per prevenire le malattie autoimmuni devi invece ridurre al minimo:

  • gli zuccheri semplici, compresi quelli delle bibite;
  • i grassi “cattivi” dei cibi confezionati e dei cibi da fast food.

Presta attenzione, infine, alle cure antibiotiche.

Sono da effettuare solo dopo aver sentito il parere del medico. Non solo possono provocare antibiotico-resistenza, ma alterano l’equilibrio dei batteri intestinali. Se indispensabili, vanno sempre associati ai probiotici, microrganismi in grado di ristabilire l’equilibrio del microbiota intestinale.

Per saperne di più:

Humanitas

Fondazione Veronesi

Cristina Caramma

(Credits immagine: thedoctorweighsin.com/how-to-counter-emotional-eating-with-mindfulness/

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here