Perché vaccinarsi contro l’influenza è importante?

25916

Se ti stai chiedendo perché vaccinarsi contro l’influenza è importante, ecco almeno 7 ragioni.

Ci sono almeno 7 ragioni perché vaccinarsi contro l’influenza è importante. Ecco quali sono.

1- Distinguere meglio i sintomi del Covid

La vaccinazione contro i virus influenzali riduce al minimo il rischio di confondere l’influenza stagionale con l’infezione da Coronavirus che ha sintomi, soprattutto nelle fasi iniziali, molto simili se non uguali a quelli dell’influenza.

2- Battere sul tempo i virus dell’influenza.

Grazie alla vaccinazione, il corpo produce gli anticorpi protettivi necessari.

3- Proteggere se stesso e gli altri.

La vaccinazione protegge la maggior parte delle persone dall’influenza e dalle sue conseguenze. Inoltre, la vaccinazione consente di ridurre la trasmissione dei virus ad altre persone.

4- Perché vaccinarsi: per ridurre il rischio di gravi complicazioni.

La vaccinazione annuale evita il rischio di complicazioni e di cure in ospedale per le persone appartenenti a dei gruppi a rischio.

5- Evitare di trascorrere lunghi periodi a letto o in ospedale.

Il periodo di convalescenza dura di solito da una a due settimane, ma può essere anche più lungo. Un ricovero può rendersi necessario, soprattutto quando avvengono complicazioni gravi, come ad esempio una polmonite.

6- La vaccinazione comporta meno costi rispetto all’influenza.

La vaccinazione permette di evitare ricoveri costosi e di diminuire i costi sociali legati alla malattia.

7- La vaccinazione è un mezzo di prevenzione semplice, rapido e conveniente.

Per le persone che presentano un maggiore rischio di complicazioni, la vaccinazione è rimborsata dalle assicurazioni malattie. Durante la Giornata nazionale della vaccinazione contro l’influenza è possibile farsi vaccinare a prezzo modico e senza appuntamento presso molti studi medici. Nel settore sanitario i costi della vaccinazione vengono spesso presi a carico dal datore di lavoro.

Ora che hai scoperto perché vaccinarsi è importante, devi sapere che in determinate circostanze, bisogna osservare alcune precauzioni al momento della vaccinazione.

Le persone che hanno già avuto la febbre dovrebbero farsi vaccinare dopo la scomparsa dei sintomi, poiché la risposta del sistema immunitario potrebbe essere indebolita.
La vaccinazione è controindicata per le persone che sono affette da grave allergia a una delle componenti del vaccino o alle proteine dell’uovo.

Ci sono effetti collaterali?

Il rischio di gravi complicazioni in caso d’influenza è nettamente superiore alla probabilità di gravi effetti indesiderati in seguito alla vaccinazione.

Gli effetti indesiderati più frequenti dovuti al vaccino contro l’influenza stagionale (nel 10-40% delle persone vaccinate) sono l’arrossamento o il dolore nel punto d’iniezione. Altri sintomi come la febbre, i dolori muscolari o la nausea sono osservati nel 5-10 % delle persone vaccinate. Questi effetti indesiderati sono benigni e scompaiono entro pochi giorni dalla vaccinazione.

A conseguenza di una reazione allergica, in rari casi si possono osservare delle eruzioni cutanee, degli edemi, o delle crisi d’asma, o molto raramente una reazione allergica immediata (shock anafilattico). Si stima che la complicazione neurologica, sindrome di Guillain-Barré, possa succedere in un caso su un milione di persone vaccinate. La sindrome di Guillan-Barré si osserva molto più frequentemente nelle persone affette da influenza. Nell ‘insieme il rischio di complicazioni dovute all’infezione dell’influenza e molto più elevato del rischio di gravi effetti collaterali in seguito alla vaccinazione.

Redazione Chiedi alla dottoressa

 

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here