Perché le donne sono meno colpite dal Coronavirus?

44895

Nel mondo le donne sono meno colpite dal Coronavirus e la pandemia ha provocato un maggior numero di vittime tra gli uomini. Alla base ci sarebbe una spiegazione genetica.

Quello che a lungo è stato definito “sesso debole”, sembra proprio non esserlo durante questa pandemia: di fatto, le donne sono meno colpite dal Coronavirus. Come sottolinea l’Istituto Superiore di Sanità nel documento “Differenze di genere in Covid-19”, aggiornato al 25 aprile, in Italia la percentuale di letalità per gli uomini è circa il doppio di quella delle donne (17,1% e 9,3% rispettivamente). Differenze simili sono riportate in molti altri Paesi europei ed extraeuropei.

Secondo l’autorevole genetista canadese Sharon Moalen, che ha da poco pubblicato nel Regno Unito il saggio “The Better Half: On the Genetic Superiority of Women”, alla base di questo fenomeno c’è la superiorità genetica delle donne.

Le donne sono meno colpite dal Coronavirus: lo studio.

Uno studio condotto su 200 specie diverse, dai pesci ai rettili ai mammiferi, e pubblicato nel 2007 dalla inglese Royal society, evidenzia che il sesso più forte, in tutte, è quello caratterizzato da 2 cromosomi X. Mentre in alcune specie, ad esempio tra gli uccelli, sono i maschi ad avere 2 cromosomi X, nel genere umano sono le femmine.

Ma perché la presenza di 2 cromosomi X rende le donne più forti?

Come spiega la dottoressa MoalenOgni cellula umana si compone di 46 cromosomi, 2 di questi sono collegati al sesso. Nelle bambine sono 2 X, uno ereditato dal padre e uno dalla madre. Nei bambini ci sono un cromosoma X, ereditato dalla madre, e un cromosoma Y, ereditato dal padre. Ogni cromosoma contiene un numero variabile di geni: quello X ne ha fino a un migliaio, quello Y si ferma a 70. A lungo si è pensato che le cellule delle donne usassero solo i geni di una delle X, disattivando l’altra, finché non fosse necessario avere una sorta di rimpiazzo, per esempio di fronte a una malattia. Invece la mia tesi è che tra le 2 X ci sia una continua collaborazione, e che la varietà di geni “di scorta” cui attingere di volta in volta spieghi la maggior resistenza delle donne. È come se avessero 2 nutriti mazzi di chiavi per aprire una porta, mentre un uomo ne possiede qualcuna di un solo mazzo”.

Sarebbe proprio questo il motivo per cui le donne vengano meno colpite dal Coronavirus e, in generale, combattono meglio le infezioni.

In più, gli uomini pagano la maggiore quantità di testosterone, ormone che è ha l’effetto di disattivare il sistema immunitario. Ciò accade perché mantenerlo “acceso” richiede energia. Hanno quindi un metabolismo più veloce e meno grasso nel corpo rispetto alle donne, ma si difendono peggio dalle malattie.

Tutto ciò spiegherebbe anche perché le donne vivono più a lungo.  

Per tutte le novità sul Coronavirus ti invitiamo sempre a verificare le informazioni e le notizie sulla sezione specifica del Ministero della Salute.

Fonti:

Donna Moderna

Istituto Superiore di Sanità

Per un approfondimento:

The Better Half: On the Genetic Superiority of Women”. Dr. Sharon Moalem, MD, PhD April 7, 2020.

Cristina Caramma

(Credits immagine: Pixabay)

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here