Troppe notizie false sul Coronavirus: come combattere la disinformazione nell’ambito della salute?

20561

Le notizie false sul Coronavirus uscite in questi mesi sono davvero tante. È nato un progetto che ha l’obiettivo di lottare contro le fake news nell’ambito della salute.

Ipotesi di complotti, assurdi rimedi per la prevenzione, conferme, smentite, dicerie. Lo sappiamo bene: in questi mesi siamo stati tempestati da dati, numeri, notizie e informazioni sul Covid-19. E riconoscere le notizie false sul Coronavirus da quelle vere non è sempre semplice in questo caos informativo.

Pandemia, caos informativo e disinformazione.

Da marzo ad oggi abbiamo vissuto non solo una pandemia ma anche una “infodemia”, ovvero una circolazione incontrollata di una quantità eccessiva di informazioni che hanno reso estremamente difficile orientarci.

Basti pensare, che a marzo, durante la prima ondata, le notizie sul Coronavirus sono arrivate a occupare quasi il 60% di tutta la copertura informativa offerta da TV, quotidiani, radio e internet.

La pandemia ha aumentato notevolmente la frequenza di utilizzo dei social media: secondo i dati diffusi da Mark Zuckerberg ad aprile 2020, durante il lockdown, in Italia, il tempo trascorso sulle app social sarebbe aumentato del 70% e le visualizzazioni delle dirette su Instagram e Facebook sarebbero raddoppiate.

Il potere degli influencer

Nella sola giornata del 19 ottobre sono stati oltre 18.000 gli articoli, i post, le storie, sui social che contenevano la citazione “usare la mascherina”. Il giorno precedente erano poco più di 10.000. I numeri sono raddoppiati nell’arco di 24 ore per una causa ben specifica: le due storie su Instagram nelle quali Fedez e Chiara Ferragni, su invito del Presidente del Consiglio, hanno raccomandato l’uso della mascherina per evitare un secondo lockdown. Questo dato ci fa comprendere il potere mediatico degli influencer, la cui opinione spesso sovrasta quelli dei canali ufficiali e della stampa.

Contrastare le notizie false sul Coronavirus e le altre patologie: il progetto INFORMING FOR LIFE

Con l’obiettivo di promuovere sul web l’informazione scientifica validata è nato INFORMING FOR LIFE, un progetto di comunicazione promosso dalla Fondazione MSD in partnership con CICAP – Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze. Il progetto è uno dei primi tentativi ad ampio raggio di individuare una risposta organica e condivisa al fenomeno delle fake news scientifiche e della disinformazione in rete.

Nel corso di tre tavoli digitali, giornalisti, ricercatori ed esperti del web si sono confrontati sui percorsi da intraprendere per coniugare sul web rigore scientifico, viralità e trasparenza dell’informazione: dal ruolo di Facebook agli strumenti di verifica delle fonti e delle immagini, negli incontri sono state analizzate tutte le più importanti risorse per dare forza sul web alle informazioni scientifiche validate. Nel terzo e ultimo appuntamento, il focus è stato quello di come “dare valore” all’informazione social, anche alla luce dell’attuale pandemia.

Fonti:

Adnkronos

Cronache di Scienza

Wired

Cristina Caramma

(Credits immagine: https://pixabay.com/it/photos/notizie-false-bufala-stampa-4881486/)

 

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here