Dolore all’Orecchio? Potresti avere un’Otite Esterna

17660

dolore all'orecchioL’otite esterna è una patologia frequente nei mesi estivi. Ecco le cause, i sintomi e le terapie.

L’otite esterna è un’infiammazione del canale uditivo esterno, spesso causata da un’infezione. È una patologia più diffusa nei mesi estivi, stagione in cui sono frequenti i bagni al mare o in piscina. Non a caso, è chiamata anche “otite del nuotatore”. Scopriamo quali sono i sintomi, le cause, le possibili cure e come fare prevenzione.

Quali sono le cause dell’otite esterna?

La causa principale è un’infezione che può essere provocata da batteri, funghi, o, in casi più rari, virus. Generalmente, a causare l’infezione è il contatto diretto con i germi ristagnati nell’acqua di piscine e mare. All’interno dell’acqua, infatti, è sempre presente una certa quantità di batteri. Comportamenti comuni come fare bagni troppo lunghi o troppo ravvicinati, oppure non asciugare bene le orecchie una volta usciti dall’acqua, concorrono a creare umidità all’interno dell’orecchio e favoriscono l’insorgere dell’infezione.

Esistono poi alcune patologie che predispongono all’otite esterna, quali:

Queste patologie rendono la cute del condotto uditivo più sensibile all’aggressione degli agenti patogeni.

Quali sono i sintomi?

I tipici sintomi sono prurito e dolore, che nasce soprattutto quando si tocca il padiglione auricolare o si mastica.

Possono comparire anche:

  • febbre;
  • abbassamento dell’udito;
  • sensazione di ovattamento auricolare;
  • fuoriuscita di secrezioni giallastre e purulente dall’orecchio.

Come curare l’otite esterna?

Innanzitutto, bisogna evitare che entri acqua nel condotto, sia che si tratti di bagni in mare, che di bagni in piscina, o di semplici docce.

Il medico prescriverà la terapia adeguata a seconda del tipo di infezione.

Se è in fase iniziale ed è causata da batteri o da funghi, sarà sufficiente una terapia locale con gocce antibatteriche o antimicotiche da instillare direttamente nell’orecchio. Questi farmaci possono essere dannosi per l’orecchio, quindi vanno usati solo su prescrizione di una specialista.

Se invece il quadro clinico è più compromesso, oppure in caso di infezione virale, è indicato un trattamento sistemico mirato.

Come prevenire l’otite?

Ci sono alcuni comportamenti che possono aiutarti a prevenire questo fastidioso disturbo:

  • asciuga le orecchie appena esci dall’acqua con un asciugamano o un fazzoletto pulito;
  • evita l’uso di tappi perché l’acqua entra comunque, ma non riesce poi ad asciugarsi correttamente;
  • non grattarti le orecchie, perché la pelle potrebbe presentare delle micro-abrasioni attraverso le quali funghi e batteri possono entrare;
  • non usare cotton fioc per calmare il prurito, poiché con la loro azione abrasiva possono peggiorare la situazione;
  • evita bagni troppo lunghi o troppo ravvicinati.

Cristina Caramma

Fonti:

Humanitas

Pagine Mediche

Credits immagini: <a href=’https://it.freepik.com/foto/persone’>Persone foto creata da wayhomestudio – it.freepik.com</a>

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here