Diabete e attività fisica: al via un nuovo progetto

1537

È scientificamente dimostrata la relazione tra prevenzione e cura del diabete e attività fisica. Con lo scopo di aiutare le persone che soffrono di questa patologia a mantenersi in forma è partito il progetto “Pillole settimanali contro l’inerzia motoria”.

Quante volte abbiamo affermato che da domani avremmo iniziato a fare esercizio fisico e poi non è accaduto? Per rendere l’attività motoria una sana abitudine è nato il progetto “Pillole settimanali contro l’inerzia motoria”, promosso da Diabete Italia Onlus collaborazione con ANIAD – Associazione Nazionale Italiana Atleti Diabetici e il supporto non condizionato di Novo Nordisk. Il progetto è rivolto alle persone con diabete che desiderano mantenere un livello minimo di forma fisica dopo un periodo di bassa o nulla attività motoria a causa dell’emergenza Covid-19.

Diabete e attività fisica- Le “video-pillole”

Il progetto prevede di mettere a disposizione di tutti delle “video-pillole”, realizzate da una professionista di fitness metabolico. Il fitness metabolico rappresenta un nuovo approccio alla salute e al fitness sportivo, che dà meno enfasi al peso corporeo e maggiore importanza alla salute del metabolismo, per rendere il soggetto “metabolicamente sano”.

Il progetto permetterà alle persone con diabete e a chi vuole fare prevenzione di svolgere esercizi semplici in casa e senza particolari ausili. Le video-pillole saranno disponibili ogni inizio settimana per dieci settimane sui siti e sui social delle due associazioni pazienti. La trainer Francesca che mostrerà e spiegherà gli esercizi, qualora necessario, sarà anche disponibile a rispondere su eventuali dubbi o approfondimenti via mail.

Diabete e attività fisica- L’importanza dell’esercizio fisico

È dimostrato che l’attività fisica, se praticata costantemente, è un importante strumento di prevenzione per numerose malattie croniche, come il diabete. Basti pensare che sarebbero sufficienti una ventina di minuti al giorno dedicati ad una attività fisica leggera, per abbassare fino al 30% il rischio di diabete mellito di tipo 2.

I numeri del diabete in Italia

Secondo i dati pubblicati nel 2017 dalla World Diabetes Federation, nel mondo sono 415 milioni le persone che vivono con il diabete (1 adulto su 11) e questo numero è destinato ad aumentare a 642 milioni nel 2040. In Italia, l’Istat stima che nel 2016 le persone con diabete siano oltre 3 milioni, cioè il 5,3% dell’intera popolazione. Secondo i dati del Ministero della Salute, inoltre, nel nostro Paese, circa il 3% delle persone tra i 35 ed i 69 anni ha il diabete ma non lo sa.

Per vedere le “video-pillole”:

https://www.youtube.com/channel/UCDR6fwbChVg0AX0qA_Ws3cw

Per saperne di più:

Diabete Italia

ANIAD– Associazione Nazionale Italiana Atleti Diabetici

Ministero della Salute

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here