Conosci queste Patologie della Mano?

10283

patologie della manoTra le patologie della mano meno conosciute ci sono la sindrome di De Quervain e il fenomeno di Raynaud.

Tutti sappiamo quanto sia fastidioso non poter utilizzare le mani al meglio, poiché esse servono a compiere qualunque azione durante il giorno. Sono tanti i disturbi che possono metterle fuori uso. Non solo artrosi e tunnel carpale, ma anche patologie della mano meno conosciute, come la sindrome di De Quervain e il fenomeno di Raynaud. Scopriamo quali sono i sintomi e le possibili cure.

Patologie della mano: La sindrome di De Quervain

Interessa i due tendini del polso che fanno muovere il pollice, l’abduttore lungo e l’estensore breve. La patologia si sviluppa quando i due tendini, che passano attraverso il canale digitale di De Quervain all’altezza del polso, si infiammano e aumentano di volume andando a sfregare a livello del canale stesso.

Questa patologia viene chiamata anche “malattia delle mamme e delle nonne” perché il movimento che mette in tensione l’abduttore lungo e l’estensore breve è quello che tipicamente si compie quando si sollevano i bambini.

Quali sono i sintomi?

Inizialmente compare una difficoltà a flettere il dito, poi il movimento diventa sempre più doloroso, fino a impedirne una corretta mobilità. Il dolore va dalla base del pollice fino al polso e all’avambraccio, impedendo la rotazione del polso, l’allontanamento e l’opposizione del pollice.

Spesso sul palmo della mano, in prossimità del dito, si forma un rigonfiamento doloroso al tatto.

Come si cura?

Quando la sindrome è ai primi stadi può essere curata utilizzando un piccolo tutore che immobilizzi il pollice, da indossare principalmente durante la notte.

Quanto la patologia peggiora, diventa necessario ricorrere a un intervento chirurgico mini-invasivo.

Patologie della mano: Il fenomeno di Raynaud

È caratterizzato da un’eccessiva reattività agli stimoli (freddo, emozioni intense) del sistema che regola il diametro dei piccoli vasi sanguigni.

I piccoli vasi che trasportano il sangue alle dita si restringono provocando una riduzione del flusso sanguigno e un conseguente cambio di colorito.

Il fenomeno può comparire nelle donne tra i 40 e i 50 anni che soffrono di sclerodermia o inizio di arteriosclerosi.

Come si manifesta?

Le mani risultano gelate e, a volte, doloranti. Le dita cambiano colore, dal ceruleo al bluastro, fino al rosso se si passa dal freddo al caldo. Nelle forme più importanti possono comparire ulcere sui polpastrelli e intorno alle unghie.

Quali sono le cure?

Il rischio di comparsa del fenomeno di Raynaud può essere ridotto con un’adeguata protezione dal freddo, per esempio utilizzando un abbigliamento adeguato durante l’inverno e utilizzando dei guanti anche in casa quando si si usano frigorifero congelatore.

Per trattare la patologia sono utili le tecniche di rilassamento. Possono essere prescritti dal medico degli ansiolitici e dei vasodilatatori per migliorare la circolazione.

Fonti:

Viversani e Belli

Humanitas

Cristina Caramma

(Credits immagine: Pexels)

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here