Come si cura la stipsi?

La stipsi, saltuaria o cronica, è un problema molto diffuso. Ecco da cosa può dipendere, come si cura e come fare prevenzione.

In genere, si può parlare di stipsi (o stitichezza) se le evacuazioni sono due alla settimana o meno. Ci sono momenti della vita in cui la stipsi è più frequente, come nei piccoli, in gravidanza e negli anziani. In alcuni casi, però, può essere la spia di problemi specifici. Ecco perché è sempre bene rivolgersi al medico, soprattutto quando la stipsi dura più di 10-15 giorni.

Quali sono le cause della stipsi?

Le cause possono essere tante, ecco le principali.

  • Sedentarietà: muoversi poco indebolisce il diaframma e le pareti addominali, coinvolti attivamente nei processi di evacuazione.
  • Diverticoli: si tratta di estroflessioni (come tasche) della mucosa dell’intestino tenue e del colon.
  • Ragani anali: sono taglietti che si formano sulla superficie cutanea che riveste il margine anale, dovuti a fragilità dei tessuti di rivestimento.
  • Colon irritabile: determina una sofferenza dell’ultima parte dell’intestino, provocando alterazioni della sua motilità.
  • Uso prolungato di farmaci: alcuni possono alterare la flora batterica intestinale.
  • Cambiamento delle abitudini alimentari, ad esempio durante un viaggio.

Come si cura la stipsi?

Spesso basta fare un po’ di movimento per sbloccare la situazione. Ad esempio camminare a passo veloce per almeno 30-45 minuti al giorno. In ogni caso, anziché scegliere soluzioni fai-da-te, è sempre bene parlare con il medico.

In genere, se i sintomi sono lievi, bastano: riposo a lettofermenti lattici e antibiotici mirati. Va ridotto il consumo di cibi a base di sostanze fermentanti (come i legumi) ed è bene consumare più fibre idrosolubili non gelificanti, come quelle di guar.

Può essere utile l’uso di dilatatori, piccoli strumenti a forma di cono, da inserire delicatamente nell’ano per facilitare il passaggio delle feci e favorire la cicatrizzazione dei taglietti. Nei casi molto seri si valuta l’asportazione di una parte dell’intestino.

Come prevenire la stipsi?

Per prevenirla è necessario seguire alcuni comportamenti:

  • arricchire la dieta di liquidi e fibre (frutta e verdure cotte), al fine di rendere le feci il più possibile morbide;
  • evitare i cibi irritanti;
  • controllare eventuali allergie alimentari;
  • evitare condizioni stressanti;
  • lavare i genitali con acqua tiepida e saponi disinfettanti;
  • prendere fermanti lattici per mantenere attiva la flora batterica intestinale;
  • svolgere una costante attività fisica;
  • fare microclisteri saltuariamente, soltanto su consiglio del medico.

Fonte: Viversani e Belli

Cristina Caramma

(Credits immagine: triesteprima.it/benessere/salute/stipsi-cause-rimedi-naturali-trieste-2019.html)

 

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here