Quali esercizi fare per combattere le gambe gonfie?

16861

Ecco esercizi e consigli per combattere il problema delle gambe gonfie.

Le gambe gonfie sono un problema molto comune. Sono spesse causate da un funzionamento non perfetto del sistema venoso e linfatico, che provoca l’accumulo di liquidi (la cosiddetta ritenzione idrica) e che produce edemi e tumefazioni dolorose.

Tra le cause del gonfiore alle gambe vi sono anche delle abitudini alimentari scorrette e uno stile di vita troppo sedentario.

Tenere gli arti inferiori  troppo a riposo, infatti, provoca un ristagno dei liquidi, che si accumulano e provocano un ingrossamento dei tessuti compresi tra il ginocchio e le caviglie.

Bisogna tenere sempre presente, inoltre,  che il gonfiore alle gambe può essere associato a malattie serie, come artrosi, malattie cardiache e trombosi venosa profonda.

Come combattere il problema delle gambe gonfie?

L’attività fisica in generale, rappresenta un grande aiuto. Quindi l’ideale per combattere il gonfiore alle gambe, è tenersi in movimento. Bastano 30 minuti di camminata al giorno per migliorare in maniera sostanziale la circolazione alle gambe e contrastare la ritenzione idrica.

È possibile poi, durante la giornata, fare specifici esercizi per le gambe gonfie.

Ecco dunque alcuni esercizi da fare almeno mezz’ora al giorno.

1- Rotazione delle caviglie.

Quando dovete stare seduti per molto tempo, in ufficio o anche durante un viaggio aereo (la pressione può facilitare la formazione di rigonfiamenti su caviglie e polpacci), effettuate delle rotazioni delle caviglie in entrambi i versi, disegnando dei cerchi con i piedi e facendo attenzione a fare partire il movimento dalla caviglia, non dalle dita.

2- La bicicletta.

Sdraiatevi, alzate le gambe, piegatele e cominciate a muoverle come se steste pedalando con la bicicletta per circa 30 secondi. State ferme per circa 12 secondi e riprendete il movimento.

3- Esercizi da sedute per le gambe gonfie.

Da sedute, con la schiena appoggiata allo schienale della sedia e la spina dorsale diritta, sollevate la gamba e il fianco come se steste marciando, prima una gamba, poi l’altra. Ripetete l’esercizio finché non siamo stanche.

Sempre da sedute, con il piede nudo, muovete una pallina a terra, in modo da toccarla con tutta la pianta. Ripetete l’esercizio con l’altro piede.

4- Esercizi in piedi per le gambe gonfie

Mettetevi in piedi, col corpo ben eretto. Appoggiandovi allo schienale di una sedia, sollevate i talloni lasciando tutto il peso del corpo sulle punte dei piedi. Ridiscendete poi lentamente,  facendo aderire bene la pianta del piede al pavimento. Fate 3 serie da 15 ripetizioni.

Ricordate di fare sempre seguire agli esercizi una doccia rapida (alternando caldo e freddo) e un massaggio alle gambe, procedendo dalle caviglie verso la coscia e applicando una leggera pressione.

Oltre a fare quotidianamente questi esercizi, per combattere le gambe gonfie, è utile seguire alcuni consigli.

La sera, tenete le gambe sollevate a 90 gradi rispetto al busto per almeno 15 minuti.

In questo modo, aiuterete il ritorno del sangue al cuore, allontanando i gonfiori. Per lo stesso motivo, è utile, di notte, dormire con le gambe leggermente sollevate.

Per combattere le gambe gonfie, giù i tacchi.

I tacchi alti fanno scaricare tutto il peso del corpo sulle caviglie, provocando gonfiore. L’ideale è un’altezza di 3-5 cm.

Evitate le temperature troppo calde sulle gambe.

Il calore può avere effetti deleteri sulla circolazione. Fate attenzione quindi  al calore di impacchi, fanghi, cerette e saune. D’estate, evitate di prendere troppo sole sulle gambe.

Se siete seduti alla scrivania, alzate di tanto in tanto i talloni.

Con questo movimento aiuterete sangue a fluire più velocemente.

Utilizzate le calze elastiche a compressione graduata.

Questo tipo di calze supportano le vene che hanno perso, anche parzialmente, la capacità di favorire il ritorno sanguigno verso il cuore.

Contro le gambe gonfie, curate l’alimentazione.

Per evitare la ritenzione idrica, assumete al massimo 5 grammi di sale al giorno (un cucchiaino da dolce piccolo), mangiate frutta e verdura dai colori caldi (rosso, giallo e arancione), pesce e noci.

Perdete peso.

I chili in eccesso esercitano una pressione sulle vene, provocando le varici e compromettendo la fluidità del ritorno venoso verso il cuore.

Cristina Caramma

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here