Bevande zuccherate e cancro: che relazione c’è?

4082

Uno studio dell’Università de la Sorbonne di Parigi proverebbe una correlazione tra consumo quotidiano e prolungato di bevande zuccherate e cancro.

Negli ultimi 30 anni il consumo di bevande zuccherate è aumentato considerevolmente. Mentre è noto che un consumo quotidiano e prolungato di bevande zuccherate aumenti il rischio di obesità, diabete e malattie cardiovascolari, i risultati di un recente studio hanno dimostrato che il consumo potrebbe aumentare anche il rischio di contrarre tumori. E dunque ha messo in luce una possibile correlazione tra bevande zuccherate e cancro.

Bevande zuccherate e cancro – Lo studio

Lo studio è stato coordinato dall’Università de la Sorbonne di Parigi e pubblicato sul British Medical Journal. È stato effettuato su un campione di oltre 100 mila individui. Anche se questo numero non è ancora abbastanza ampio per trarre conclusioni certe, può rappresentare un punto di partenza e deve mettere in guardia.

I partecipanti sono stati seguiti per 9 anni, per stimare rischio di sviluppare tutti i tipi di tumore e di alcuni forme specifiche come il tumore della mammella, del colon e della prostata.

I risultati dello studio

I risultati hanno mostrato che un aumento di 100 ml al giorno nel consumo di bevande zuccherate, compresi anche i succhi di frutta 100%, era associato a un rischio aumentato del 18% di cancro in generale e del 22% di tumore della mammella.

Bevande zuccherate e cancro – A cosa è dovuta la correlazione?

La causa dello sviluppo tumorale potrebbero essere i picchi di produzione di insulina. L’insulina è un ormone prodotto dal pancreas che viene utilizzato dall’organismo per smaltire lo zucchero nel sangue. Agisce permettendo alle cellule di assimilarlo e utilizzarlo per produrre energia.

Quando le concentrazioni di zucchero nel sangue sono molto elevate, il livello di produzione di insulina raggiunge dei picchi. Ciò aumenta la produzione di fattori che favoriscono l’infiammazione e la crescita delle cellule, e queste condizioni a loro volta possono stimolare lo sviluppo di tumori.

Inoltre, è dimostrato che anche obesità e chili di troppo incrementano il rischio di contrarre tumori.

Quanto zucchero dovremmo consumare?

Non solo bere bevande dolci, ma anche consumare quotidianamente cibi che contengono grandi quantità di zuccheri può essere pericoloso per la salute. Già da qualche anno l’Organizzazione Mondiale della Sanità ci ha messi in guardia, suggerendo  una stretta al consumo di zuccheri aggiunti: dovrebbe essere al di sotto del 10% dell’apporto energetico quotidiano (non più di 50 grammi, pari a circa 12 cucchiaini), se possibile arrivando anche alla metà.

Fonti:

Humanitas Salute

Quotidiano Sanità

Fondazione Veronesi

Cristina Caramma

lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here